CLIENTE

OFFICINA MECCANICA MENOTTI SRL opera da quasi quarant’anni nel campo delle lavorazioni meccaniche di precisione, realizzando prodotti propri e conto terzi.
L’ambizione l’innovazione e l’organizzazione sono i principi che guidano la nuova fase di sviluppo che è stata avviata nel 2016 con la realizzazione della nuova sede di Lurano (BG).

“CRESCENDO VOGLIAMO CONTINUARE AD ESSERE TRA LE PRIME AZIENDE DEL NOSTRO SETTORE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO.
IL NOSTRO OBIETTIVO È DI OPERARE NEL MERCATO LOCALE, NAZIONALE E INTERNAZIONALE.
PER LA NOSTRA AZIENDA È FONDAMENTALE: CRESCERE E MIGLIORARE L’ORGANIZZAZIONE,
ESSERE SEMPRE ALL'AVANGUARDIA RICERCANDO L’INNOVAZIONE, INTERPRETARE LO SVILUPPO DEL NOSTRO SETTORE E PENSARE CHE IL SUCCESSO DEI NOSTRI CLIENTI È IL NOSTRO SUCCESSO.”

Pietro e Giovanni Rama

ESIGENZA

L’esigenza presentata era di implementare e aggiornare elementi diversi dell’organizzazione aziendale.
– Implementare un sistema di gestione qualità conforme allo standard UNI EN ISO 9001:2015;
– Aggiornare, in relazione allo sviluppo aziendale, il sistema di gestione della sicurezza (DLGS 81/08);
– Completare i due percorsi di lavoro indicati con le necessarie attività formative.

SOLUZIONE

AD MELIUS, collaborando con la direzione aziendale, ha individuato e pianificato una proposta tecnica completa che ha:
– Considerato e valorizzato lo stato di fatto;
– Pianificato ogni attività secondo le necessità aziendali;
– Svolto ogni attività con metodo e nei tempi concordati;
– Previsto, per le attività formative, il finanziamento dal fondo interprofessionale dell’azienda.

RISULTATO

Abbiamo condiviso con l’OFFICINA MECCANICA MENOTTI SRL un intenso percorso di lavoro raggiungendo i traguardi prefissati:
– Sistema di Gestione Qualità UNI EN ISO 9001:20015 certificato il 20 aprile 2015;
– Aggiornamento della valutazione dei rischi (DVR) e pianificazione del mantenimento dei livelli di sicurezza attraverso una consulenza continuativa e nomina del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione dei rischi (RSPP);
– Chiusura del piano di formazione e aggiornamento delle competenze del personale (80 % dei costi di docenza sono stati assorbiti dal fondo interprofessionale aziendale).