CALCOLO PREVISIONALE DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI

L’applicazione della norma, demandata alle amministrazioni comunali, viene chiesta per accedere all’autorizzazione a costruire o per determinare l’agibilità abitativa. Le imprese edili che costruiscono il nuovo o che operano nell’ambito delle ristrutturazioni devono produrre una relazione firmata da un Tecnico Competente in Acustica che identifichi le tecnologie costruttive utilizzate e ne attesti preventivamente, attraverso la loro verifica, l’idoneita’.

NORMATIVA

DPCM del 5 dicembre 1997 – Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici.

Quando si parla di Requisiti Acustici Passivi degli edifici (RAP) ci si riferisce alla normativa acustica che stabilisce quali siano i limiti necessari per determinare un adeguato confort acustico di un edificio abitativo. Le partizioni fra distinte unità abitative (muri e solette), le facciate dell’edificio e il livello di disturbo arrecato dagli impianti (rumore delle tubazioni, ascensori, etc.), sono l’oggetto della verifica e il loro corretto dimensionamento determina il confort acustico abitativo.

DPCM 05/12/1997

PROGRAMMA:
Il piano di intervento Ad Melius prevede i seguenti steps:
– Analisi delle strutture edilizie di progetto e identificazione delle caratteristiche fonoattenuanti
– Identificazione delle tipologie da sottoporre a verifica di calcolo
– Calcolo del valore previsto in opera dell’indice di valutazione del potere fonoisolante, dell’isolamento acustico normalizzato di facciata e della rumorosità di calpestio
– Stesura del rapporto di calcolo dei requisiti acustici passivi

CONTATTACI

1 Step 1
pick one!
reCaptcha v3
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder