CERTIFICAZIONE UNI EN 1090

Le serie di norme armonizzate UNI EN 1090, in vigore dal luglio 2014, sviluppano i requisiti per la progettazione e la fabbricazione degli elementi strutturali in acciaio e alluminio, secondo il Regolamento Europeo n. 305/2011 (CPR, Construction Products Regulation).

NORMATIVA

Le serie di norme armonizzate UNI EN 1090, in vigore dal luglio 2014, sviluppano i requisiti per la progettazione e la fabbricazione degli elementi strutturali in acciaio e alluminio, secondo il Regolamento Europeo n. 305/2011 (CPR, Construction Products Regulation).

L’obiettivo è quello di poter definire le caratteristiche prestazionali dei manufatti da costruzione, garantendone gli standard essenziali di sicurezza.
Il contesto normativo europeo prevede la Marcatura CE per garantire la libera circolazione dei prodotti da costruzione nell’Unione e rappresenta una metodologia armonizzata per progettare, costruire, garantire e dichiarare le prestazioni di un prodotto.

A partire dal 1° luglio 2014 è possibile immettere sul mercato solo componenti e manufatti strutturali da costruzione che abbiano seguito un iter di progettazione e realizzazione secondo UNI EN 1090 documentato al cliente dalla “DOP – Dichiarazione di Prestazione dell’opera DPO”.

Nella UNI EN 1090 viene definito un campo di applicazione molto vasto che comprende componenti in acciaio e alluminio utilizzati in diversi tipi di opere.
Non solo ponti in acciaio e calcestruzzo, viadotti, tralicci, stadi ma anche carpenterie per capannoni, uffici ed edifici residenziali, componenti di macchine e impianti fino alla produzione di pensiline, soppalchi e scaffali.
Elementi che possono essere utilizzati direttamente nelle opere o essere assemblati nelle stesse.
Sono gestite le produzioni in serie e i prodotti speciali realizzati anche in un unico esemplare.

La UNI EN 1090 prevede 4 classi di esecuzione, con requisiti, legati alle possibili conseguenze di un cedimento della struttura, via via più rigorosi.

Si parte dalla Classe 1, che caratterizza opere semplici, che presentano modeste conseguenze in caso di cedimento fino alla Classe 4, che caratterizza strutture complesse con elevate conseguenze in termini di perdita di vite umane in caso di cedimento strutturale.

L’implementazione di un sistema UNI EN 1090, per poter apporre il Marchio CE, varia in funzione della tipologia e della destinazione d’uso del manufatto/componente.

Ai fini del raggiungimento dell’obiettivo l’attività AdMelius segue i seguenti steps:
– Analisi dello stato di fatto e definizione delle necessità particolari (es. prerequisiti legati alle attività di saldatura)
– Inquadramento della classe di appartenenza dei prodotti
– Definizione delle prove di Tipo ITT/ITC su campioni di prodotto
– Implementazione delle procedure e istruzioni di lavoro utili alla gestione delle diverse fasi operative
– Implementazione del Sistema di Controllo del Processo di Produzione di Fabbrica (FPC)
– Predisposizione dei modelli di Dichiarazione di Prestazione dell’Opera (DOP)
– Collaudo del sistema attraverso la conduzione di audit specifici
– Assistenza durante l’attività di Ispezione Iniziale e Verifica dell’Ente di Certificazione.

CONTATTACI

1 Step 1
pick one!
reCaptcha v3
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder